Anno: 2012

Maglio 3: «Pare che la Liguria è ‘ndranghetista»

Il 27 giugno 2011 a un anno di distanza dagli arresti lombardi e calabresi, vengono raggiunte da misura cautelare 12 persone, mentre sono circa 40 gli indagati (numero ricorrente nei processi liguri). E’ l’operazione Maglio 3, che porta in carcere il fruttivendolo Lorenzo Nucera, Cecé, Angelo Condidorio, Calipso, l’impiegato Raffaelino Battista, l’artigiano Rocco Bruzzaniti; a Ventimiglia vengono catturati Fortunato e Francesco Barilaro, Benito Pepé (già condannato a 13 anni per omicidio dalla Corte d’ Assise di Catanzaro nel 1959), Michele Ciricosta; ci sono poi Antonio Romeo di La Spezia e Paolo Nucera di Lavagna. La Liguria si risveglia di...

Read More

Cosa Nostra in centro storico: il clan Fiandaca-Emmanuello

Gli illeciti compiuti dal clan Fiandaca-Emmanuello, legato secondo gli inquirenti al nisseno Piddu Madonia e trapiantato a Genova, sono state oggetto dell’azione della magistratura sin dagli ‘80 . L’offensiva giudiziaria è proseguita negli anni successivi. Negli anni ’90 si è svolto un importante procedimento, «una vicenda processuale nella quale sono confluiti numerosi episodi delittuosi che vanno dall’omicidio alla rapina, dall’associazione per delinquere di tipo mafioso all’associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, oltre che a numerosi fatti di illecita detenzione e cessione di dette sostanze». In primo grado venne esclusa la mafiosità del sodalizio, riconosciuto comunque...

Read More

Il mio viaggio del cuore di Gomorra

“Fabio, hai visto? Qui ci abitava un killer della camorra. Il bene è stato confiscato ed oggi ospita un gruppo di convivenza, e voi ragazzi potete venire a giocare quando volete! Non è bello?”. “Era chiù bell’ prim’” “E perché scusa?” “Perché era casa di mio zio!”.  Confesso che nel sentire una tale risposta sobbalzai. Avevo appena finito di giocare a ping pong con tal Fabio, nipote diretto di Pasquale Spirto, condannato a due ergastoli per il coinvolgimento in vari omicidi. Noi di Libera dormivamo proprio nel bene confiscato al killer, una graziosa villetta nel cuore di San Cipriano...

Read More

In Scia Stradda – un bene confiscato alla mafia nissena e restituito alla collettività

Qui di seguito viene riportato il provvedimento dell’autorità giudiziaria di Caltanissetta, con cui è stata disposta la confisca del patrimonio di Rosario Caci, trafficante di droga e sfruttatore di prostitute, legato al mafioso Piddu Madonia. Tra i suoi beni vi era anche il piccolo basso in Vico Mele, oggi assegnato alla Cooperativa il Pane e le Rose, che l’ha riadibito a spazio sociale, coinvolgendo numerose associazioni di quartiere. Nel bene, rinominato In Scia Stradda, è inoltre possibile acquistare i prodotti realizzate dalle Cooperative di Libera Terra. Confisca Rosario...

Read More

‘Ndrangheta in Liguria: l’infiltrazione e i primi processi

In Liguria, come un po’ ovunque al Nord, non può che registrarsi il colpevole ritardo nell’attenzione al fenomeno mafioso. Il consueto disinteresse dell’opinione pubblica e la diffusa «presunzione di verginità» dalla mafia si sono affiancati ad una «prassi interpretativa rigorosa in ordine ai requisiti necessari per la configurazione di un’associazione di tipo mafioso»; sicché la criminalità organizzata, presente da decenni, non ha subito la doverosa repressione e nel frattempo si è irrobustita. Un esempio paradigmatico di quanto si afferma è un uomo, Giuseppe Marcianò, originario di Delianuova (RC). Il suo nome comparve già nelle carte del processo Teardo, negli anni...

Read More
  • 1
  • 2

Subscribe

Stampo Antimafioso

Recent Videos

Loading...

L’osservatorio Boris Giuliano

L’Osservatorio giuridico nasce dall’idea di un gruppo di studenti, laureati e laureandi in Giurisprudenza e non solo, membri del presidio di Libera ”Francesca Morvillo”. Con il sostegno del coordinamento regionale di Libera Liguria, abbiamo inteso promuovere una seria informazione sui fatti di mafia che riguardano il nostro territorio.

Osservatorio Boris Giuliano

Pin It on Pinterest