In Liguria, come un po’ ovunque al Nord, non può che registrarsi il colpevole ritardo nell’attenzione al fenomeno mafioso. Il consueto disinteresse dell’opinione pubblica e la diffusa «presunzione di verginità» dalla mafia si sono affiancati ad una «prassi interpretativa rigorosa in ordine ai requisiti necessari per la configurazione di un’associazione di tipo mafioso»; sicché la criminalità organizzata, presente da decenni, non ha subito la doverosa repressione e nel frattempo si è irrobustita. Continue reading