MafieInLiguria.it

Osservatorio Boris Giuliano

Month: gennaio 2017

La ‘ndrangheta ha scelto Genova

Articoli qui:

30 Gennaio 2017, Il Secolo XIX, pt. 1

30 Gennaio 2017, Il Secolo XIX, pt. 2

Il Secolo XIX

Operazione “Alchemia”

Con l’ordinanza dello scorso luglio, il Gip di Reggio Calabria ha applicato la misura della custodia cautelare in carcere per 416bis nei confronti, fra gli altri, di soggetti storicamente attivi nel nostro territorio. A ‘Nino’ ed Elio Gullace, la moglie di Nino, Giulia Fazzari, Fabrizio Accame, Antonino Raso e Antonio Fameli è contestato il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso“per aver fatto parte […] dell’associazione di tipo mafioso denominata ‘ndrangheta, operante sul territorio della provincia di Reggio Calabria […] ma con propaggini anche in Liguria, Piemonte e nel Lazio, avvalendosi della forza di intimidazione che scaturivano dal vincolo associativo e dalle conseguenti condizioni di assoggettamento e omertà che si creavano nel citato territorio”. Continue reading

Confisca Canfarotta: Il basso confiscato solo sulla carta; l’ex proprietario “Io non mi muovo”

Articolo qui:

25 Gennaio 2017, La Repubblica

La Repubblica

Genova, lo scandalo dei beni confiscati: prostituzione e proprietari mai sgomberati (RepTv)

La Repubblica torna a parlare di beni della Confisca Canfarotta.

Qui l’articolo completo

 

Il Quarto Piano

La legge 109/1996, stabilendo il riutilizzo sociale dei beni confiscati alla criminalità, ha compiuto un passo molto significativo nella lotta alle mafie: le difficoltà, tuttavia, non mancano. Il rischio è che la formale restituzione di questi beni alla collettività tardi a divenire sostanziale, e che i beni, nel passare dalle mani dei mafiosi a quelle dello Stato, cadano nell’abbandono.

Ma per fortuna ci sono, in tutta Italia, tante storie di beni confiscati a lieto fine: una di queste ha luogo nella nostra regione, nel centro storico di Sarzana (SP), e più precisamente il quarto piano di via Landinelli 42. Continue reading

Segui Mafie in Liguria

Iscriviti tramite email per non perdere aggiornamenti, processi, inchieste e approfondimenti.