MafieInLiguria.it

Osservatorio Boris Giuliano

Category: Approfondimenti (page 1 of 3)

Saggistica giuridica e articoli di commento

L’importanza della parola: il primo seminario di Mafie e Anti-Mafie in Europa

A Milano, dal 14 al 16 marzo 2017, si è tenuto un evento tanto raro quanto stimolante: il primo seminario internazionale su Mafie e Anti-Mafia in Europa . L’evento, organizzato dall’Osservatorio sulla Criminalità Organizzata (CROSS), ha raccolto un gran numero di esperti e accademici da tutta Europa ed è stato il primo mai organizzato sul tema in grado di permettere e promuovere un confronto diretto tra i movimenti anti-mafiosi e studi scientifici sviluppati nei diversi contesti accademici. Continue reading

Il Confine – Tra Liguria e Toscana, dove le mafie si fanno in quattro

Il presente contributo viene scritto in occasione dell’uscita del libro “Il confine – Tra Liguria e Toscana, dove le mafie si fanno in quattro”, primo volume della collana “Contrappunti”, edita da Altreconomia, e promossa da Avviso Pubblico e il Master in Analisi, Prevenzione e Contrasto della criminalità organizzata e della corruzione. Il volume è distribuito nella provincia della Spezia (www.liberalaspezia.it) e gratuitamente scaricabile in formato ebook dal sito di Altreconomia.

Il Confine – Tra Liguria e Toscana, dove le mafie si fanno in quattro

«Compare Mimmo io sono indagato per… inc… non prendo niente e non mi aspetto niente, basta. Se prendo il caffè non lo vedono? Voi che vendete la frutta non lo vedono? Quell’altro che vi mette la calce nel muro non lo vedono? Quell’altro che ha il cemento non lo vedono? La prima cosa che vanno a fare è: il patrimonio… e vedono che io non ho niente, voi non avete niente, che lui non ha niente e quell’altro non ha niente. Ma dove sono questi intrallazzi?»1.

Forse ha ragione Onofrio Garcea, presunto affiliato all’Onorata Società: gli intrallazzi della ‘ndrangheta in Liguria non si vedono. O forse non si vogliono vedere, soprattutto in quel pezzo di terra che si trova tra la Liguria e la Toscana e abbraccia le province di La Spezia e di Massa e Carrara, la Lunigiana storica. Una zona di confine che nelle grandi inchieste antimafia della Direzione Distrettuale Antimafia di Genova è stata toccata solo marginalmente: è nell’indagine Maglio 3, condotta nel 2011 dal pm Alberto Lari, che viene arrestato il presunto capo del locale di ‘ndrangheta di Sarzana (SP), Antonio Romeo, un ex ambulante incensurato. A processo, però, il giudice del Tribunale assolve tutti gli imputati che hanno scelto il rito abbreviato: «“essere ‘ndranghetista” […] non vuol dire necessariamente “fare l’ndranghetista”»2. Continue reading

Nino Di Matteo all’Università di Genova


1479208178359598721052

Genova, 15 Novembre 2016

“Verità e giustizia sono i presupposti della democrazia” 

Nell’Aula Magna dell’Albergo dei Poveri dell’Università di Genova, Nino Di Matteo, sostituto procuratore presso il Tribunale di Palermo e pubblico ministero del processo sulla “trattativa stato-mafia”, incontra una platea di studenti, per raccontare la sua esperienza di vita e la sua battaglia quotidiana contro il crimine organizzato di tipo mafioso. L’incontro è stato promosso dall’associazione studentesca Idee Giovani-Unige.

L’Osservatorio “Boris Giuliano” è presente e a breve sarà caricato il video integrale dell’intervento del dott. Di Matteo.

Stampo Antimafioso e Osservatorio Boris Giuliano uniscono le forze

La Liguria è una terra di mafia.

Camorra, Cosa Nostra e ‘Ndrangheta si sono impadronite di porzioni rilevanti di territorio ligure: esercitando violenza, imponendo controllo, alterando gli equilibri socio-economici della regione, seminando paura. 

Se vogliamo comprendere le loro dinamiche, se vogliamo riconoscerli e combatterli, dobbiamo fare squadra anche noi.

Da oggi Genova e Milano sono più vicine: Stampo Antimafioso e l’Osservatorio Boris Giuliano uniscono le forze per mantenere alta l’attenzione.

Liguria terra di mafia

 

Ecomafie – Dizionario di mafia e antimafia

ecomafia, rifiuti bruciati
Ecomafie: quando un’organizzazione criminale di stampo mafioso conduce attività illecite che recano danno all’ambiente (tipicamente il lucroso smaltimento illecito dei rifiuti) viene definita ecomafia. Il termine ecomafia è stato coniato dalle associazioni ambientaliste impegnate suo territori nel contrasto a questo genere di fenomeni.
Solo nel 2015 il nostro Paese si è dotato di strumenti penali specifici per contrastare gli ecoreati. Questa riforma del codice penale oggi permette più agevolmente di perseguire le organizzazioni mafiose.

La ‘ndrangheta in Liguria – mappatura delle cosche

LA SPEZIA
La provincia della Spezia potrebbe sembrare una provincia “babba”: a prima vista pochi episodi violenti, poche inchieste, pochissime condanne. Ma da anni fonti istituzionali raccontano della presenza di un gruppo criminale calabrese collegato al clan ALVARO di Sinopoli (RC) e delle famiglie DE MASI e ROSMINI. Nel 2000 la DIA scrive che «è stata evidenziata l’attività di elementi legati alla cosca IAMONTE» e un paio di anni dopo dichiara che a Sarzana si è stabilita da tempo la famiglia ROMEO, originaria di Roghudi (RC), «dove svolge attività edilizia e di floricoltura». Anche la Direzione Nazionale Antimafia conferma questa ipotesi: «nell’estremo levante, fino al confine con la provincia di Massa e Carrara, è infatti attivo da tempi un locale di ‘ndrangheta facente capo alla famiglia ROMEO-SIVIGLIA». Continue reading

‘ndrangheta: come funziona

La ‘ndrangheta è un’organizzazione con una struttura articolata e molto complessa, fondata in primis sul vincolo familiare: è proprio questo il punto di forza dell’onorata società, poiché il legame di sangue l’ha resa nel tempo impermeabile (soprattutto) ai pentimenti.

La cellula base è la ‘ndrina, formata da più persone imparentate fra loro: più ‘ndrine possono formare un locale, una struttura stanziata su un determinato territorio, comandata da un capolocale e che deve contare almeno 49 affiliati.

Al suo interno, il locale si divide in società maggiore e società minore: la prima include sette affiliati con almeno il titolo di Santa (un grado gerarchico particolare), e non deve dar conto delle proprie decisioni. La società minore, invece, è subordinata alla società maggiore – quest’ultima, inoltre, non è sempre presente: non è infatti detto che si riesca a costruire una società maggiore in ogni locale.

Continue reading

Il caso Tirreno Power

Comuni di Quiliano e Vado Ligure, provincia di Savona: in questo ambito territoriale, da oltre 45 anni, campeggiano imponenti due alte ciminiere, visibili da molti chilometri di distanza, le prime ad accogliere i vacanzieri, provenienti dal Piemonte, e ad augurare il “bentornato” ai residenti, che fanno ritorno a casa. Due grosse torri, a bande bianche e rosse: sono il simbolo della centrale termoelettrica a carbone, di proprietà per metà della società Tirreno Power, che nel 2003 la acquistò dall’Enel, e per metà della francese Gaz de France-Suez; si tratta di due imponenti unità a carbone da 330 megawatt di potenza ciascuno, a cui se ne affianca una terza, da 760 megawatt, funzionante a metano. Continue reading

Mafia liquida – Dizionario di mafia e antimafia

srep04238-f1

Mafia liquida: dalla struttura organizzativa mutevole e dinamica, termine coniato all’interno della relazione della Commissione parlamentare antimafia Forgione 2008 in riferimento alla criminalità organizzata calabrese. La mafia liquida è un concetto mutuato dalla definizione di Liquid Society del noto sociologo Zygmunt Bauman. Continue reading

Mafie in Liguria: Facciamo il punto

Oggi l’osservatorio Boris Giuliano era a Savona in occasione dell’evento “Mafie in Liguria: facciamo il punto”, organizzato dal presidio Libera Savona.

Ospiti il Dott. Paolo Luppi, Giudice del Tribunale di Imperia – che in data 7 Ottobre 2014 ha emesso una sentenza storica per quanto riguarda la presenza della ‘ndrangheta in Liguria – nonché il Dott. Luca Traversa, responsabile del Progetto Osservatorio.

Qui l’articolo completo.

Older posts

Segui Mafie in Liguria

Iscriviti tramite email per non perdere aggiornamenti, processi, inchieste e approfondimenti.