Dopo le inquietanti vicende di Lavagna, dove sembra manifestarsi la presenza della ‘ndrangheta[1], un’altra inchiesta che riguarda il business dei rifiuti scuote il Levante ligure. Questa volta è nel Comune di Chiavari che, secondo la Guardia di Finanza, sarebbero state adottate delle procedure illecite, volte a favorire l’aggiudicazione di alcuni appalti alla ditta Costa Mauro, insieme alla cooperativa spezzina Maris[2]. Cene e gite in barca sarebbero state il prezzo da pagare per aggiudicarsi gli affidamenti di lavori.

Per Mauro Costa, fondatore dell’omonima ditta, non è il primo appuntamento con la giustizia. Già nel 2009 è stato condannato per corruzione: secondo l’accusa avrebbe regalato alla moglie di un ex funzionario dell’Ufficio Ambiente della Provincia di Massa, Giovanni Menna, un orologio Cartier del valore di quasi 3 mila euro proprio su richiesta del dipendente pubblico, per ottenere in cambio favori e agevolazioni utili al proseguimento e all’ampliamento delle proprie attività[3]. Una condanna che gli avrebbe impedito di stipulare contratti con la Pubblica Amministrazione, ma, per fortuna dell’azienda, dal 2014 ha preso le redini dell’attività Silvia Costa, figlia di Mauro, anche lei indagata nell’inchiesta di Chiavari insieme al dirigente dell’ufficio lavori pubblici del Comune Fulvio Figone, il funzionario Roberto Picasso e l’istruttore tecnico Mirko Cartero. Con loro anche Antonio Maria De Giovanni, già presidente della Maris, e Paolo Maserati, imprenditore di Piacenza.

Un duro colpo per la ditta Costa, che negli ultimi anni è stata protagonista di una serie di sfortunati eventi.

Incendi, intimidazioni e curiosi contatti con personaggi noti negli ambienti criminali. Ma anche forti preoccupazioni da parte di tanti cittadini che da tempo denunciano una situazione di scarsa vivibilità nella zona di Albiano Magra, una frazione del Comune di Aulla (Massa-Carrara), a pochi chilometri dalla città di Sarzana, dove ha sede lo stabilimento più importante della ditta.

Criminalità e ambiente. Cosa è accaduto alla ditta Costa in questi anni?