MafieInLiguria.it

Osservatorio Boris Giuliano

Tag: Giovanni Arena

Operazione/Processo “La Svolta”

La richiesta di custodia cautelare in carcere formulata dal Pm Arena per numerosi indagati del procedimento La Svolta. L’atto da cui tutto è cominciato. Emerge immediatamente la quantità di elementi raccolti nella direzione della sussistenza del reato associativo, di tipo mafioso.

Richiesta misura cautelare “La Svolta”

I grado:

  • Dispositivo della sentenza del processo La Svolta, letto all’udienza del 7 ottobre 2014; sono sedici le condanne per associazione mafiosa (416 bis c.p.), con pene sino a 16 anni.

Dispositivo

  • Sentenza del Tribunale di Imperia, con la quale per la prima volta è stata riconosciuta l’esistenza della ‘ndrangheta in Liguria. 16 condanne per associazione mafiosa, con pene sino a 16 anni (per Peppino Marcianò e Maurizio Pellegrino).

Trib. Imperia, 7 ottobre 2014, dep. 8 gennaio 2015, Marcianò ed altri

II grado:

  • Sentenza della Corte di Appello di Genova, in parziale modifica della sentenza di I grado

Corte App. Genova, 10 dicembre 2015, dep. 20 luglio 2016, Marciano ed altri

Vedi anche –> Processi –  “La Svolta”

Sentenza d’Appello – La Svolta: c’è la ‘ndrangheta a Ventimiglia, ma non a Bordighera

Dal 7 ottobre 2014 al 10 dicembre 2015. Date destinate ad entrare, di diritto, nella storia giudiziaria della Liguria.
A poco più di un anno dalla sentenza di primo grado, ecco un nuovo verdetto sulla Svolta, l’indagine che ha documentato l’attività criminosa di un’organizzazione – secondo gli inquirenti – riconducibile alla ‘ndrangheta calabrese. A prima vista il dispositivo sembra consegnare una verità ambigua: la ‘ndrangheta è sì presente nel Ponente ligure, ma è radicata solo a Ventimiglia, non a Bordighera, come invece sostenuto dal pm. Escono dunque vincitori dal secondo round i Pellegrino-Barilaro, ritenuti (a torto?) organici alla cosca Santaiti-Gioffré di Seminara (RC). Questa è la vera notizia di giornata. Continue reading

Appello “La Svolta”: la requisitoria del pm

Come anticipato su queste pagine, ha preso il via a Genova da qualche settimana il grado di appello del processo “La Svolta”. Appena un anno fa, con la sentenza di primo grado, il Tribunale di Imperia aveva riconosciuto per la prima volta l’esistenza di due locali di ‘ndrangheta nel ponente ligure, emettendo 16 condanne per associazione mafiosa (art. 416 bis c.p.). Il fitto calendario di udienze apprestato dal collegio della Corte d’Appello del capoluogo (presidente dott.ssa D’Angelo; giudici a latere dott. Pareo e dott.ssa Cardino) riflette l’ambizione di giungere ad un nuovo verdetto entro la fine dell’anno: una velocità notevole per un procedimento con oltre 30 imputati e 20 capi di imputazione, ad appena 3 anni dal blitz della D.D.A. di Genova che ha originato l’intera vicenda giudiziaria. Continue reading

Le motivazioni della Svolta

Il 7 ottobre 2014, come già documentato, il Tribunale d’Imperia ha emesso una sentenza storica, che ha riconosciuto per la prima volta l’esistenza della ‘ndrangheta nel Ponente ligure, radicata in due distinti locali, a Ventimiglia e Bordighera. Continue reading

Liguria terra di ‘ndrangheta – la Svolta è arrivata

Il nome dato all’inchiesta era stato profetico: “La Svolta”. Ieri, dopo svariati procedimenti finiti nel nulla o con miti condanne per la sola associazione per delinquere, il Tribunale di Imperia ha scritto una pagina di storia giudiziaria per la Liguria, condannando quasi tutti gli imputati, molti dei quali per 416 bis (l’associazione di tipo mafioso). Continue reading

Segui Mafie in Liguria

Iscriviti tramite email per non perdere aggiornamenti, processi, inchieste e approfondimenti.