MafieInLiguria.it

Osservatorio Boris Giuliano

Tag: Cosa Nostra

Il Morso sulla Laterna

Genova, 18 settembre 2016
Capitolo I – Prima Pagina

Scorrendo le pagine dei giornali, in una mattina qualsiasi, le notizie si susseguono come al solito, nella loro monotonia. Tuttavia, in una giornata più di fine estate che di inizio autunno, c’è una notizia in particolare che attira l’attenzione dei lettori genovesi; è lì, in prima pagina, sotto gli occhi di tutti: quella mattina la città si è risvegliata con un omicidio.
Nemmeno 24 ore prima, nel tardo pomeriggio di sabato 17 settembre, due uomini, Enzo e Guido, padre e figlio, decidono di recarsi in via San Giacomo, nel quartiere di Molassana. Vanno a trovare Christian, Davide e Marco. Ma la visita non sarà di cortesia.

Continue reading

Il radicamento mafioso in Liguria

Presentazione per slides del seminario tenutosi a Sarzana, il 26 luglio 2015, nell’ambito del primo raduno dei giovani di Libera Liguria: “Life is sweet – da qui passeranno tutti, o non passerà nessuno”.

Seminario LifeisSweet

Comprensione, prevenzione, repressione del fenomeno criminale

Perché Boris

Quando abbiamo deciso di intitolare, simbolicamente, l’Osservatorio sulle Mafie in Liguria ad una vittima del crimine organizzato, ci siamo posti il problema di individuare un profilo che potesse rappresentare la nostra attività, la nostra ambizione, i nostri valori. Continue reading

Antiracket

Gianni Allegra

per Mafieinliguria.it –  Osservatorio Boris Giuliano

 Allegra - Pizzo

Mafie in Liguria – Flyer 2014

Anni ’70: Liguria terra di confine, rifugio per i latitanti e meta dei soggiorni obbligati.

1983: scoppia il Caso Teardo. L’ex Presidente della Regione Liguria è arrestato per associazione mafiosa, concussione ed altri reati. Verrà condannato a 12 anni, poi ridotti a 7, ma non per mafia.

Anni ’90: numerosi omicidi a Genova e dintorni (Giuliana, Gaglianò, Fucci, Gardini, Stuppia), che rivelano la presenza di organizzazioni criminali. I clan sono attivi nella gestione del gioco d’azzardo, nel traffico di droga, nell’usura, nell’estorsione. Continue reading

Slides – Mafie in Liguria

Presentazione MAFIE IN LIGURIA per slides

Materiale per assemblee d’istituto e convegni

Mafie in Liguria

Cosa Nostra in centro storico: il clan Fiandaca-Emmanuello

Gli illeciti compiuti dal clan Fiandaca-Emmanuello, legato secondo gli inquirenti al nisseno Piddu Madonia e trapiantato a Genova, sono state oggetto dell’azione della magistratura sin dagli ‘80 .
L’offensiva giudiziaria è proseguita negli anni successivi. Negli anni ’90 si è svolto un importante procedimento, «una vicenda processuale nella quale sono confluiti numerosi episodi delittuosi che vanno dall’omicidio alla rapina, dall’associazione per delinquere di tipo mafioso all’associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, oltre che a numerosi fatti di illecita detenzione e cessione di dette sostanze». Continue reading

In Scia Stradda – un bene confiscato alla mafia nissena e restituito alla collettività

Qui di seguito viene riportato il provvedimento dell’autorità giudiziaria di Caltanissetta, con cui è stata disposta la confisca del patrimonio di Rosario Caci, trafficante di droga e sfruttatore di prostitute, legato al mafioso Piddu Madonia. Tra i suoi beni vi era anche il piccolo basso in Vico Mele, oggi assegnato alla Cooperativa il Pane e le Rose, che l’ha riadibito a spazio sociale, coinvolgendo numerose associazioni di quartiere. Nel bene, rinominato In Scia Stradda, è inoltre possibile acquistare i prodotti realizzate dalle Cooperative di Libera Terra.

Confisca Rosario CACI

Segui Mafie in Liguria

Iscriviti tramite email per non perdere aggiornamenti, processi, inchieste e approfondimenti.