MafieInLiguria.it

Osservatorio Boris Giuliano

Tag: Liguria (page 1 of 2)

Mafie e corruzione in Liguria – conclusioni

Conclusioni e domande del convegno “Mafie e corruzione in Liguria” svoltosi in occasione della XXII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, il 21 marzo 2017 a Genova.
Intervengono tra gli altri Luca Traversa, Michele Di Lecce ed il Colonnello Sandro Sandulli

Mafie e corruzione in Liguria – Dr. Marco Antonelli

Il Dottor Marco Antonelli, autore de Il Confine. Tra Liguria e Toscana dove le mafie si fanno in quattro, dice la sua sulle mafie e la corruzione in Liguria, in particolare a Sarzana, in occasione della XXII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, il 21 marzo 2017 a Genova

Mafie e corruzione in Liguria – Dr. Alberto Lari

Il Dottor Alberto Lari, PM della DDA genovese, dice la sua sulle mafie e la corruzione in Liguria, in particolari sui meccanismi osservati nel Comune di Lavagna, in occasione della XXII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, il 21 marzo 2017 a Genova

Mafie e corruzione in Liguria – Dr. Michele di Lecce

Il Dottor Michele Di Lecce, già Procuratore Capo di Genova, dice la sua sulle mafie e la corruzione in Liguria, in occasione della XXII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, il 21 marzo 2017 a Genova

Mafie e corruzione in Liguria – introduzione

Introduzione al convegno “Mafie e corruzione in Liguria” organizzato da Libera Liguria in occasione della XXII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, il 21 marzo 2017 a Genova.
Intervengono in questo video Luca Traversa (Libera Liguria) ed il Magnifico Rettore dell’Università di Genova Paolo Comanducci.

Libera, Genova in piazza per chiedere verità – 21 marzo 2017 (RepTv)

Il servizio di Repubblica sul corteo regionale di Libera Liguria a Genova in occasione della XXII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, il 21 marzo 2017. 

Perché è stata negata la ‘ndrangheta a Bordighera?

Il Dott. Roberto Cavallone, Sostituto Procuratore di Imperia, commenta la sentenza d’Appello del processo La Svolta, davanti ai ragazzi del Liceo Vieusseux. Si sofferma, in particolare, sulle ragioni che hanno indotto il collegio ad escludere il locale di ‘ndrangheta di Bordighera e ad assolvere, di conseguenza, dall’accusa di associazione mafiosa i tre fratelli Pellegrino e Antonino Barilaro. In primo grado erano stati tutti condannati.

Mafie al Nord – Intervista al Prof. Enzo Ciconte

Professore, iniziamo con una domanda secca, se vogliamo banale: c’è la mafia in Liguria?

La Liguria non è un’isola felice, questo è un mito da sfatare. Ci sono fenomeni simili a quelli che avvengono in altre Regioni, magari con intensità diversa…
Vi racconto un aneddoto. Nel 1995 stavo preparando un libro, Processo alla ‘ndrangheta. Chiamai un magistrato milanese per parlare con lui. Il pm di turno rivelò di aver studiato uno dei miei primi libri per comprendere il fenomeno, perché della ‘ndrangheta nessuno si era occupato prima di quel momento e nell’Università, tanto meno, era stato trattato l’argomento. Continue reading

Relazione ecomafie in Liguria

Sulla visita della Commissione parlamentare d’inchiesta, gennaio 2015, in tema di illeciti ambientali nel territorio ligure.

Il 20 gennaio 2015 la Commissione parlamentare d’inchiesta Ecomafie presieduta dall’onorevole Alessandro Bratti ha iniziato la sua attività d’indagine in Liguria; lo scopo è consistito nel verificare la questione del ciclo integrato dei rifiuti urbani e le procedure di bonifica dei siti più contaminati, come quello di Pittelli (La Spezia) e Stoppani (Cogoleto). A sollecitare l’interesse verso Genova e dintorni sono stati i casi di cronaca legati al mondo dello smaltimento dei rifiuti e le possibili infiltrazioni di criminalità organizzata in tali procedimenti. Continue reading

Mappatura georeferenziata dei beni confiscati: uno strumento di democrazia partecipata

Questa attività di ricerca è stata svolta col fine di far emergere dati e informazioni fino ad oggi poco decodificati e decodificabili: un primo passo verso forme di mappatura partecipata, realizzate grazie alla raccolta di conoscenze possedute anche dalla società civile.

I dati sono stati raccolti attraverso la ricerca e la consultazione di atti processuali e notizie diffuse dalla stampa, sopralluoghi presso i beni confiscati (al fine di verificarne lo stato di conservazione) nonché incontri con gli amministratori di tali beni.

Il primo obiettivo della ricerca è stato proprio quello di “liberare informazioni” intorno ad un tema poco conosciuto e ancora oggi oggetto di confusione: la confisca e la riassegnazione, per scopi sociali, dei beni confiscati (nonostante esista un preciso dovere istituzionale di pubblicazione di questi dati che grava sugli Enti Locali, quasi sempre disatteso, ancorché previsto dalla normativa antimafia (Art. 48.3 D.Lgs 159/2013). Continue reading

Older posts

Segui Mafie in Liguria

Iscriviti tramite email per non perdere aggiornamenti, processi, inchieste e approfondimenti.