Ordinanza di custodia cautelare:

Tribunale di Genova – Sezione giudice per le indagini preliminari

RITO ABBREVIATO

  • I grado:

Essere ‘ndranghetista, soprattutto al di fuori della Calabria dove realmente la ‘ndrangheta permea ogni aspetto della vita sociale ed economica, non vuol dire necessariamente, in assenza di concrete dimostrazioni in fatto, fare l’ndranghetista, contribuendo al perseguimento delle finalità criminali del sodalizio, il che presuppone, come si è detto, la concreta verifica del reale inserimento organico, dell’operatività del singolo sodale e della sua messa a disposizione per il perseguimento dei fini e con le modalità propri dell’associazione mafiosa e, quindi, nella piena consapevolezza di detti fini e modalità che devono entrare nella sfera della sua rappresentazione volitiva”. ASSOLTI

Trib. Genova, Uff. GUP, 9 novembre 2012, dep. 31 gennaio 2013, Barilaro ed altri

  • II grado:

La Corte d’Appello di Genova conferma la sentenza del G.U.P. presso il Tribunale di Genova in data 9/11/2012 [..]

Corte App. Genova, 19 Febbraio 2016, dep. 19 maggio 2016, Barilaro ed altri

  • Cassazione:

La mafia silente va intesta non già come associazione criminale aliena dal c.d. metodo mafioso o solo potenzialmente disposta a farvi ricorso, bensì come sodalizio che tale metodo adopera in modo silente, cioè senza ricorrere a forme eclatanti (come omicidi e/o attentati di tipo stragistico), ma avvalendosi di quella forma di intimidazione – per certi aspetti ancora più temibile – che deriva dal non detto, dall’accennato, dal sussurrato, dall’evocazione di una potenza criminale cui si ritenga vano resistere [……..] P.Q.M annulla la sentenza impugnatarinvia per un nuovo giudizio ad altra sezione della corte d’appello di Genova.

Cass., Sez. II, 4 aprile 2017, dep. 18 maggio 2017, Garcea onofrio ed altri

Vedi anche –> Processi – “Maglio 3”